info@marsontheroad.com

Sulla strada verso Darwin: tra parchi naturali e cascate


  Marica&Sonia   |     07/09/2017

Condividi l'articolo su        



Sulla strada di ritorno ad Alice Springs, dopo aver visitato il Kings Canyon, decidiamo di recarci presso il vicino West Macdonnell Ranges. Effettuiamo una prima sosta a 111 km da Alice a Ochre Pits, una roccia con diverse sfumature di colori e particolarmente famosa per la presenza di prezioso ocre. 

La seconda sosta è a Ormiston Gorge dove facciamo un percorso di un’ora circa ammirando enormi pietre di quarzo ed un fiumiciattolo dove è possibile immergersi. 

Al ritorno ci fermiamo al Simpson Gap, a 20 km da Alice Springs, un canyon scavato nella roccia da un fiume.  

Proseguendo invece a Nord, dopo più di 1000 km da Alice Springs, ci fermiamo nelle Terme Naturali di Mataranka (dov’è possibile trovare camping a pagamento con bagni, docce e ristorante) e alle Bitter Springs - a nostro avviso meno turistiche e più suggestive. 
Entrambi i luoghi sono gratuiti e meritano davvero una visita, anche solo per rilassarsi nelle acque tiepide e piacevoli dopo tante ore trascorse in auto. 

Avanzando verso Nord per altri 100 km, raggiungiamo Katherine dove ci fermiamo per visitare il Parco Nazionale di Nitmiluk (a 30 min dalla città) in cui facciamo un trekking leggero di 4,8 km- 1h e mezza- seguito da un altro percorso di 1,8km a Edith Falls, cascate a circa un’ora da Katherine. 
Qui ci tuffiamo nelle acque fresche e cristalline dell’Upper Pool, una piscina naturale la cui acqua proviene direttamente dalla cascata!

Trascorriamo infine un pomeriggio divertente nelle terme naturali di Katherine in compagnia di un gruppo di bambini aborigeni del posto. I più grandi parlano un po’ di inglese e riusciamo ad interagire con loro principalmente per cercare di far parte del gioco di cui ci avevano inconsapevolmente rese partecipi. È stato davvero un piacevole incontro!   





Dopo circa 2 settimane e 6000 km percorsi nell’outback, raggiungiamo la meta finale e capoluogo di questo stato - Northern Territory - in cui vigono leggi a parte rispetto al resto dell’Australia: DARWIN

Il periodo da maggio ad ottobre è conosciuto come “Dry season”, ovvero stagione secca; è infatti questo il periodo migliore per visitare la città e dintorni in quanto caratterizzata da giornate calde e notti fresche. Sconsigliabile invece è la “Wet season”, ovvero la stagione umida che va da novembre ad aprile, in cui ne fanno da padrona umidità e pesanti piogge. 

Non potevamo perderci il mercato locale - Parap Market – caratterizzato prevalentemente da cibo di ogni genere e aperto ogni sabato mattina. Ovviamente, dopo aver mangiato, non si può fare a meno di sdraiarsi sul prato del Lago Alexander, nella bellissima area di East Point, e godersi un po’ di relax sotto questo caldo sole. 
Qui inoltre è possibile farsi il bagno a differenza del mare aperto che, nonostante il colore stupendo, è preferibile evitare a causa della presenza di simpaticissimi coccodrilli! 

Il giorno successivo ci rechiamo al Parco Nazionale di Litchfield - a circa 150 km a sud di Darwin- per ammirare delle bellissime cascate immerse nella natura come le Florence Falls. 

In serata andiamo al Mindil Market di Darwin, mercato molto vivace organizzato il giovedì e la domenica sera dalle 16 alle 21 (solo durante la stagione secca) presso la spiaggia di Mindil dove è possibile ammirare un tramonto spettacolare sul mare. Qui puoi trovare qualsiasi cosa, dai vestiti al cibo e ci sono persino gruppi musicali indigeni che si esibiscono.

Dobbiamo ammettere che l’outback ha rappresentato molto più di un road trip. È stato un miscuglio di emozioni, colori, musica, profumi e tanta bella gente che ci ha aiutato in qualsiasi momento. Abbiamo migliorato le nostre capacità di adattamento in qualsiasi situazione e realizzato che ci serve davvero poco per vivere bene. 

L’Australia - e quest’ultimo viaggio in particolar modo - ci ha reso consapevoli dell’enorme fortuna che abbiamo nel poter essere testimoni di cotanta bellezza nel mondo; siamo ricche di sorrisi e ricordi indelebili che ogni singola persona incrociata durante il cammino ci ha lasciato.

Non ci resta dunque che proseguire su questa strada e rendere partecipi anche voi se ne avrete piacere!

Richiesta informazioni


HO LETTO E ACCETTO INFORMATIVA

Lavorare e vivere in Australia


La nostra esperienza nel Paradiso degli Ananas


Sulla strada verso Darwin: tra parchi naturali e cascate


Viaggio verso il deserto australiano: 2000 km in 3 giorni


Uluru: il cuore rosso dell'Australia



Marica&Sonia

Due instancabili viaggiatrici, con lo sguardo e i pensieri che vagano fuori dai confini del mondo.

CONTINUA A LEGGERE...