info@marsontheroad.com

Esplorando Tam Coc e dintorni


  Marica&Sonia   |     07/03/2018

Condividi l'articolo su        



Arriviamo a Tam Coc dopo un viaggio di 5 ore da Halong Bay (https://www.marsontheroad.com/it/destinazioni/67/the-surreal-landscape-in-halong-bay).
Siamo sempre in felice compagnia della famiglia di Marica che ci è venuta a trovare questa settimana. Soggiorniamo presso l’hotel La Belle Vie Tam Coc Brother per 5€ a persona con colazione inclusa. Ottimo servizio e stanza pulita.

Tam Coc si trova a 90 km da Hanoi  (3 ore circa di macchina date le numerose curve) a 7 km dalla città di Ninh Binh. Questo villaggio è chiamato la “Halong Bay on land” ossia Halong Bay di terra per la sua magnificenza. Arriviamo la sera e capiamo sin da subito che qui non ci sono molti turisti. Il villaggio si svolge in una strada principale dove sono concentrati la maggior parte di hotels e ristoranti.

Acquistiamo un tour per Trang An per il giorno successivo per circa 35 euro presso una delle agenzie locali. Si tratta di un villaggio situato vicino al margine meridionale del delta del fiume Red; si tratta di un paesaggio spettacolare di picchi carsici calcarei, molti dei quali parzialmente sommersi e circondati da ripide scogliere quasi verticali.

Iniziamo il tour però visitando prima la Bai Dinh pagoda. La pagoda di Bai Dinh copre una superficie totale di 2000 ettari; il complesso di Bai Dinh è il più grande centro buddista del sud est asiatico con centinaia di statue di diverse dimensioni. È caratterizzata da una maestosa architettura e conserva ancora le caratteristiche tradizionali. L’ingresso è di 50.000 dong (1 euro = 28000 dong circa, quindi poco meno di 2 euro). Raggiungiamo l’entrata della pagoda con una macchinina da golf elettrica ed impieghiamo circa 2 ore per visitarla insieme alla nostra guida. Qui si trova la più grande statua di bronzo del Buddha in Vietnam con 10 metri di altezza, 100 tonnellate di peso.

Sulla strada verso la seconda tappa del tour, passiamo anche per l’antica capitale Hoa Lu e dopo di che ci dirigiamo al “Hang Mua viewpoint” dove è possibile ammirare una meravigliosa vista panoramica su tutta l’aria. Raggiungiamo la vetta percorrendo delle scalinate per 20 minuti circa. Una volta in cima, ci godiamo la bellissima vista seppur con la pioggia. Si possono ammirare tanti campi di riso verdi essendo adesso il periodo della piantagione, montagne di varie forme ed il fiume che scorre nel mezzo. Sulla montagna di destra si raggiunge la montagna del drago, così chiamata per la presenza appunto della statua del drago; mentre sulla montagna di sinistra c’è una piccola pagoda.

Per pranzo ci fermiamo poi in un ristorante con cibo locale incluso del tour. Nel pomeriggio andiamo a fare il giro in barca di circa due ore nei pressi del villaggio di Trang An. Arriviamo vicino al fiume e ci sono tantissime barchette con le signore locali che remano. Saliamo su una barchetta ed iniziamo il tour. Visitiamo 3 grotte e nel frattempo aiutiamo la signora a remare. Le grotte sono davvero fantastiche e suggestive. Questo paesaggio (inserito nella lista dei siti archeologici dell’UNESCO nel 2014) ci ha lasciato davvero senza parole: un misto di grotte, montagne, risaie che vede predominare il colore verde che si riflette persino nel fiume.
Il tour si conclude alle 17.30. A nostro avviso è stata una giornata davvero piena ed intensa, sia per le attività previste che per i magnifici paesaggi che abbiamo conosciuto.
 





 

 
 

Richiesta informazioni


HO LETTO E ACCETTO INFORMATIVA

Il paesaggio magico nell'area di Ladakh


Da Manali a Spiti Valley


Una guida dettagliata per il trekking di Kheerganga


McLeod Ganj: patria di Dalai Lama


Esplorando il deserto del Rajasthan



Marica&Sonia

Due instancabili viaggiatrici, con lo sguardo e i pensieri che vagano fuori dai confini del mondo.

CONTINUA A LEGGERE...